Invictus

Postato su 24 Sep 2016 da Francesco

Invictus

Oltre la notte che mi copre, nera
    come nero il pozzo da cima a fondo,
per l'anima mia inviolata e altera
    ringrazio ogni dio che esista al mondo.

Nella selvaggia morsa degli eventi
    Io non ho disperato o barcollato.
Sotto la sorte e i suoi percuotimenti,
    nel sangue, il capo Io non ho chinato.

Oltre quest'inferno di pianto e d'ira
    non v'è che delle tenebre l'Orrore.
Se pure contro me il tempo cospira
    mi trova e troverà senza timore.

L'impervia uscita non mi fa impressione,
    né la spietata pena che mi sfida,
del mio destino Io sono il padrone:
    dell'anima mia Io sono la guida.

(traduzione di "INVICTUS" di William Ernest Henley, 1875)


La versione italiana del film Invictus - L'invincibile di Clint Eastwood, recitata da Renato Mori.